Stai Leggendo
Work-life balance: cos’è e come raggiungerlo

Work-life balance: cos’è e come raggiungerlo

work-life-balance

Work-life balance: come bilanciare lavoro e vita privata?

In questo articolo andremo a definire il nuovo concetto di Work-Life Balance, cioè equilibrio tra lavoro e privata. 

Inoltre, daremo anche dei suggerimenti per migliorarlo, per far coesistere al meglio questi due aspetti importanti della nostra vita.

Con il recente sviluppo tecnologico, il mondo e il mercato del lavoro sono davvero cambiati negli ultimi anni. La domanda che ci porremo è: come stanno incidendo questi cambiamenti nella vita delle persone?

Perché si parla di Work-life balance?

Secondo numerosi sondaggi, possiamo asserire che la strada per raggiungerei un ottimo work-life balance sia ancora lunga. Soprattutto in Italia.

Infatti, molte persone hanno dichiarato di non riuscire a staccare completamente dal lavoro quando sono a casa, nemmeno durante le ferie. 

Tuttavia, è importante raggiungere questa abilità perché, secondo gli esperti, a breve sarà molto richiesta dalle aziende

Inoltre, oggi si ricorre molto più spesso allo Smart Working. La pandemia mondiale ha accelerato il suo sviluppo, perché ha impedito molti spostamenti verso le sedi lavorative.

Come vedremo, questa modalità produttiva presenta dei grandissimi vantaggi, ma anche degli svantaggi per il proprio work-life balance.

Successivamente, andremo ad analizzarli più nel dettaglio.

Definizione e significato di Work-life balance

Come anticipato prima, il Work-life balance è l’equilibrio tra la propria vita lavorativa e privata. In poche parole, si tratta dell’abilità di far coesistere in maniera proporzionata la vita privata con quella professionale.

Per vita privata si intende quella personale: relazionale, familiare, anche passioni e hobby vari.

Contrariamente a quanto si possa pensare, questo concetto esiste già dagli anni settanta, utilizzato per la prima volta in Gran Bretagna.

Il work-life balance è diventato sempre più attuale perché, anche a causa dell’epidemia da Sars-cov-2, il confine tra queste due sfere si è assottigliato.

Le e-mail, Whatsapp, gruppi Facebook e molte altre applicazioni, hanno facilitato la nostra reperibilità, anche fuori dall’orario d’ufficio.

Tutto ciò sta sfocando via via i bordi del tempo e dello spazio del nostro lavoro. Infatti, queste due dimensioni stanno aumentando sempre di più, a scapito del nostro benessere personale.

Il risultato che si ottiene da questo mancato equilibrio, si riversa nella discordanza tra soddisfazione lavorativa e soggettiva.

Perché è importante un buon Work-life balance

La salute mentale genera quella fisica

La discordanza tra queste due sfere importanti della nostra vita ci porta alla mancanza di tempo da dedicare a noi stessi. Di conseguenza, tutto ciò aumenta inevitabilmente l’accumulo di stress.

A sua volta, lo stress contrasta in modo decisivo il nostro sistema immunitario e cardiocircolatorio. Infatti, alcuni studi associano in modo causale stress da lavoro con ictus e ipertensione.

Per questo motivo, bisogna prestare attenzione anche al benessere personale, che non può fare a meno del tempo per se stessi.

È una qualità importante nel mercato del lavoro

In aggiunta, lo stress causa anche disturbi del sonno e difficoltà di concentrazione, che possono incidere sul nostro processo decisionale

Infatti, più siamo stressati e meno logica applichiamo alle nostre decisioni quotidiane. Esse possono essere poco decisive, ma anche molto importanti e determinanti per il nostro futuro. 

Dalle nostre decisioni dipende anche la nostra performance. Dunque, si può asserire che un buon Work-life balance incide in modo decisivo anche sul miglioramento della produttività

Per questo motivo, è una qualità molto richiesta nel mercato del lavoro.

Work-life balance come cultura aziendale

Anche le grandi aziende hanno compreso che un lavoratore felice è anche più produttivo ed efficiente.

Per questo motivo, i colossi della tecnologia, come Google e Microsoft, si stanno dirigendo verso questa prospettiva. 

Per esempio, esse garantiscono ai dipendenti un tempo retribuito per lo svago e il riposo. Inoltre, provvedono a dei piani assicurativi, servizi di baby sitting e assistenza ad anziani, assieme ad altri benefit.

Tutto questo si attua per facilitare il benessere dei propri dipendenti, e quindi per aumentare la produttività.

Queste procedure fanno ancora notizia, ma ormai dovrebbero costituire la normalità per tutte le aziende.

Work-life balance e situazione attuale

Come anticipato prima, la situazione pandemica attuale ha portato ad un’accelerazione imponente del processo di digitalizzazione del lavoro.

Era un processo già in atto da molto tempo, ma durante l’ultimo anno ha dovuto triplicare la velocità del suo sviluppo. Infatti, molte aziende sono state costrette a concedere ai propri dipendenti il lavoro da casa.

Naturalmente, tutto ciò ha portato sia vantaggi che svantaggi nella vita quotidiana.

Vantaggi dello Smart Working

Lo Smart Working ha dato enormi vantaggi logistici. Per esempio, chi abitava a centinaia di chilometri di distanza dalla propria sede lavorativa ora si risparmierà ore di viaggio.

La minore necessità di spostarsi porta al minore utilizzo dei trasporti, oppure della macchina. Dunque, anche i vantaggi economici sono imponenti, visto che si risparmia sugli abbonamenti e/o sulla benzina.

Inoltre, con questa modalità lavorativa si può gestire meglio il proprio tempo, dedicandone di più alla famiglia o a se stessi.

Svantaggi dello Smart Working

Con l’accesso rapido e imminente allo Smart Working, non è presente ancora una regolamentazione dello stesso. In poche parole, o si lavora troppo oppure troppo poco.

Infatti, da un lato sono molto più frequenti i casi di abusi, come ad esempio l’assenteismo durante l’orario d’ufficio. La mancanza di un luogo fisico di lavoro ha reso molto più complicati i controlli.

Tuttavia, molto più frequenti sono i casi di violazione del diritto alla disconnessione. Per esempio, chiamate di lavoro fuori orario o durante le ferie, messaggi, videoconferenze in orari improbabili.

Tutto incide negativamente sulla nostra salute e sul nostro benessere.

Come migliorare il proprio Work-life balance

Dunque, data la poca regolamentazione nello Smart Working, è necessario prendere dei provvedimenti, per evitare l’accumulo di stress da lavoro. 

Perciò, di seguito elencheremo alcuni consigli utili per migliorare il nostro Work-life balance, senza perdere la produttività e l’efficienza sul lavoro.

Coltiva le relazioni sociali

Con un po’ di organizzazione della propria giornata, si deve trovare spazio anche per uscire con gli amici, oppure con i colleghi.

Per alcuni sembra un aspetto secondario, in realtà è molto importante coltivare le relazioni, familiari e non. Una vita relazionale soddisfacente ci permette di vivere anche il lavoro in maniera più serena e tranquilla. 

Puoi essere un manager di successo, o amministratore delegato multimilionario, ma senza relazioni sane non sarai mai realizzato a pieno.

Guarda Anche
Come ridurre ansia e stress - 7 consigli

Dedica il giusto tempo al riposo

Questo concetto sembra immediato, ma spesso e volentieri viene frainteso. Il tempo libero non coincide con attività stressanti, anche se non riguardano l’attività lavorativa.

Quante persone aspettano il weekend per fare pulizie, riparazioni, o altre incombenze rinviate durante la settimana?

Tutto ciò non fa altro che accumulare altro stress, cominciando la nuova settimana ancora più stanchi.

Il tempo libero serve per coltivare le proprie passioni, e dedicare del tempo anche a se stessi. Dobbiamo imparare a saper gestire il tempo libero, anche con il riposo.

Delinea dei confini ben precisi tra lavoro e vita privata

Se la tua azienda non lo permette, dovrai essere tu ad organizzarti per disconnetterti a dovere al termine dell’orario d’ufficio.

Ci sono tanti piccoli accorgimenti che possono essere utili in questo frangente. 

Per esempio, puoi utilizzare due cellulari, uno completamente dedicato alla professione, l’altro per il resto. Spegnere il telefono del lavoro durante il tempo libero, è un ottimo metodo per migliorare il proprio Work-life balance.

Inoltre, se lavori da casa, cerca di dedicare una stanza completamente alla professione. Mescolare anche il proprio habitat tra lavoro e vita privata non è il massimo.

Perciò, è importante disconnettersi con tutti i nostri sensi: con la vista, udito, tatto, anche con i propri pensieri.

Gestisci al meglio le pause durante l’orario di lavoro

Tantissime persone pranzano davanti al computer, oppure mentre svolgono qualche altra incombenza lavorativa. Questo è uno degli errori più comuni e sottovalutati. 

Paradossalmente, le conseguenze causate da questa cattiva abitudine possono essere nocive per la nostra produttività.

Il concetto di disconnessione dal proprio lavoro ha una valenza importante anche durante le pause quotidiane, non solo durante le ferie.

Perciò, dedica la pausa pranzo per disconnetterti dall’ufficio, e dai mezzi di comunicazione. Spendi quel tempo per relazionarti, stare in mezzo alla natura se ti è concesso, oppure semplicemente per riposarti.

Il cervello ha bisogno di rigenerarsi per poter produrre al meglio. Dunque, non credere che lavorando 10 ore consecutive senza pause tu possa essere più efficiente.

Fai attività fisica

Fare attività fisica fa bene non solo alla salute, ma anche alla nostra mente.

Ormai è dimostrato scientificamente che l’attività fisica induce il nostro sistema endocrino a rilasciare in circolo serotonina. Questa viene anche denominata l’ormone della felicità, quindi è importante per il nostro benessere.

Dunque, è una buona abitudine praticare attività fisica o sportiva spesso, almeno tre volte a settimana. I benefici non saranno immediati, ma potrai riscontrarli sicuramente nel lungo termine.

Conclusioni 

Il mondo del lavoro si sta evolvendo, con tutte le conseguenze che questo fenomeno comporta. Le aziende si dovrebbero adeguare a questi cambiamenti, ma non tutte sono propense a questo. 

Ormai è risaputo che avere un buon Work-life balance, e quindi essere più felici, rende più produttivi. Dunque, prendere a cura le esigenze e i bisogni primari di ogni dipendente o lavoratore dovrebbe essere interesse di tutti.

Tuttavia, se tutto questo non è garantito, tocca a noi sfruttare al massimo i vantaggi della digitalizzazione del lavoro, eliminando più svantaggi possibili.

Desideri dare una svolta alla tua carriera?

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio