Stai Leggendo
Piramide dei bisogni di Maslow e motivazione

Piramide dei bisogni di Maslow e motivazione

Enrico Ciardo
Piramide dei bisogni di Maslow

Cos’è la Piramide dei bisogni di Maslow tra motivazione e personalità

Piramide dei bisogni di Maslow: cos’è? Quanti livelli comprende? Abraham Maslow è uno psicologo statunitense che nel 1954 pubblicò un nuovo modello di gerarchizzazione dei bisogni umani, diventata successivamente nota come piramide dei bisogni. Sebbene abbia ricevuto numerose critiche, ancora oggi rappresenta un punto di riferimento nella psicologia moderna. 

Cos’è la piramide dei bisogni di Maslow

La piramide dei bisogni è un modello motivazionale dello sviluppo umano. La motivazione è l’insieme degli elementi determinanti alla base del nostro comportamento. Noi avvertiamo una spinta ad agire ogni volta che si manifesta un bisogno. Esso può essere consapevole (fame, sete ecc.) o inconsapevole (istinto, pulsioni). 

Gerarchia dei bisogni e livelli

La piramide dei bisogni di Maslow raggruppa 6 livelli, i quali diventano sempre più complessi man mano che si soddisfano quelli di base. L’adempimento dei bisogni elementari è necessario per far emergere quelli di ordine superiore. 

Perciò, di seguito andremo a vedere quali sono i diversi gradi gerarchici delle nostre necessità. Partiremo da quelle indispensabili alla sopravvivenza fino a ciò che ci porta a sfruttare tutte le nostre potenzialità e non solo. 

E tu? Fino a dove potrai spingerti? Scopriamolo assieme alla teoria dei bisogni.

Figura 1. Piramide dei bisogni di A. Maslow

Bisogni Primari

Primo livello: cosa sono i bisogni fisiologici 

Il primo livello della piramide comprende tutti i bisogni che ci permettono di rispondere al nostro istinto di sopravvivenza. Non si può compiere qualcosa di più avanzato se le condizioni fisiche e vitali non lo consentono. Esso raggruppa delle azioni che compiamo quasi automaticamente, seguendo l’istinto di autoconservazione. 

I bisogni fisiologici sono: alimentazione, idratazione, respiro, sonno, sesso, omeostasi. 

Immagina che mentre stai svolgendo un lavoro molto importante, ad un tratto il tuo respiro si interrompesse. È chiaro che il tuo compito passerà automaticamente in secondo piano, perché se non respiri perderai la vita in poco tempo. 

Secondo livello: Sicurezza e Protezione

Tenuto sotto controllo tutto il primo livello, ecco che subentra il bisogno di sicurezza. Esso si manifesta in molti ambiti della nostra vita, dalla salute fino allo stato finanziario. 

L’istinto di protezione è quello che interviene quando ci occupiamo del controllo e ordine della nostra vita. Conseguentemente, tendiamo a rifiutare tutto ciò che è nuovo, perché ci allontana proprio da questo stato di prevedibilità. Questo avviene perché questo bisogno non è ancora del tutto soddisfatto.

Tale sezione comprende: sicurezza fisica di occupazione, morale, familiare, di salute e di proprietà.

Siamo spinti da queste necessità nel momento in cui cerchiamo un lavoro stabile o una casa dove vivere. Altri esempi di azioni sono: la ricerca di assistenza sanitaria o andare in ospedale quando la salute è in pericolo.

Tutti questi sono bisogni detti “di base”, cioè impediscono di far emergere emozioni come ansia e preoccupazione.

Dunque, hai notato qualche tua azione quotidiana che risponde alle necessità appartenenti a questo livello? Se si, quale?

Bisogni Sociali

Terzo livello: Appartenenza, interazione sociale

Qui rientra tutto ciò che riguarda l’aspetto sociale e relazionale della nostra vita: amore, accettazione, appartenenza. Pertanto, il terzo livello comprende: amicizia, affetto familiare, intimità e comunità. 

Nei primi due livelli abbiamo visto i bisogni di sopravvivenza e protezione. In questa categoria, per la prima volta, agiamo in base anche a ciò che è al di fuori di noi

Per esempio, il partecipare a gruppi di attività come teatro, cinema o squadre sportive, soddisfa questi bisogni. In aggiunta, anche alcuni social rispondono al nostro bisogno di appartenenza, come Facebook.

Tuttavia, se non adempiamo alle necessità dei primi due livelli sarà difficile intrattenere relazioni sane. Chi è preoccupato o ansioso per qualcosa non avrà la priorità di relazionarsi col mondo esterno.

Quarto livello: Stima e gratificazione

In questa sezione troviamo in primis: successo e prestigio. Il desiderio di ottenere la giusta considerazione per i nostri sforzi si trova su questo livello. 

Giunti ad un certo punto della nostra vita, arriva anche il bisogno di trovare un posto nel mondo. Esso comprende rispetto, approvazione e autostima. Questi sono i cosiddetti “bisogni sociali”. Instagram, ad esempio, è stato creato proprio per esaudire il desiderio di stima e gratificazione.

Tuttavia, ciò non significa necessariamente dipendere dall’opinione degli altri, ma vuol dire anche confrontarsi con se stessi. Un esempio di azione che risponde a questo bisogno può essere il raggiungimento di una promozione o un titolo di studio. 

Ciononostante, ognuno di noi agisce a seconda della propria mappa del mondo. Sia lottare per una medaglia alle olimpiadi che vincere un torneo amatoriale può soddisfare questa necessità. 

Quinto livello: Autorealizzazione e bisogni del sé

Questo gruppo di bisogni inizialmente veniva considerato come il livello più elevato ma, come vedremo, il sesto è ancora più complesso. 

Il bisogno d autorealizzazione raggruppa: consapevolezza, moralità, creatività, spontaneità, problem solving, accettazione e assenza di pregiudizi.

Perché molte persone sono insoddisfatte del proprio lavoro o della propria vita in generale? Probabilmente perché non riescono a soddisfare le necessità di questa sezione.

L’autorealizzazione necessita di molto impegno per essere raggiunta. Saziare questo bisogno vuol dire realizzare la propria identità e sfruttare al massimo le proprie potenzialità. Spesso siamo scontenti del nostro lavoro perché sentiamo di poter dare di più.

Le persone realizzate sono le persone autoconsapevoli e interessate alla crescita personale. Non prestano attenzione all’opinione degli altri e sono motivate costantemente per dare il massimo.

Guarda Anche
Come diventare straordinari

Ora ti pongo una domanda: cosa stai facendo quotidianamente per raggiungere questo livello? Sappi che esso richiede abitudini sane e un impegno costante. 

Spiritualità

Sesto livello: Trascendenza

Spesso tendiamo a stagnare nel nostro livello o indietreggiare nella gerarchia, perché diamo seguito a molte distrazioni. Arriverà un certo punto in cui il bisogno di imparare e di evolversi scomparirà. 

Cosa fare in questa circostanza? Se ci fermiamo tenderemo a regredire verso la mediocrità. Essa è come un parassita che risiede dentro di noi e ci toglie le energie. Possiamo decidere di nutrirlo oppure farlo morire grazie ad abitudini sane per la nostra mente e il nostro corpo. 

Dunque, arrivati alla piena realizzazione di noi stessi e al massimo delle nostre potenzialità, ora cosa ci resta? Superare i propri limiti. La trascendenza consiste proprio nello spingersi oltre, aldilà delle nostre potenzialità

Questo stato di vita lo possiamo vedere nelle sfide personali. Alcune volte, per esempio, i detentori di record mondiali si rimettono in gioco per superare il loro stesso risultato. Questo è un chiaro esempio di continua evoluzione e un eccellente lavoro su se stessi. 

Che direzione vuoi dare alla tua vita?

Nel sesto livello cominci ad agire per una “mission” che va oltre te stesso, che include qualcosa di più grande. Le tue azioni sono improntate per cambiare il mondo!

La posizione nei livelli di Maslow può cambiare per tutta la vita. Possiamo trovarci al quinto livello, e domani scendere di uno oppure regredire al primo o secondo, anche in 24 ore. 

Piramide dei bisogni di Maslow nel marketing

Ci sono alcune critiche alla teoria dei bisogni di Maslow. Lo psicologo statunitense, infatti, non ha considerato che ognuno di noi può essere spinto da più bisogni contemporaneamente, e che quindi possiamo ricoprire più di un livello.

Ciononostante, questa piramide rimane attuale, infatti viene consultata tutt’oggi nel digital marketing. Essa è utilizzata per identificare i differenti target, perché persone su livelli differenti rispondono a stimoli diversi. 

Arrivati a questo punto, tu in che direzione stai portando la tua vita? Scopri le tue potenzialità e ti accorgerai che sei molto più di quello che credi

Qual è la tua reazione?
Excited
1
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio