Stai Leggendo
Perché prendere appunti a mano conviene

Perché prendere appunti a mano conviene

Perché prendere appunti a mano

I motivi per cui prendere appunti a mano è meglio

Prendere appunti da un portatile invece che a mano sta diventando sempre più comune. Questo perché è più semplice, e ci permette di aumentare la velocità di scrittura. Inoltre, consente di perdere sempre meno concetti, aumentando anche la tollerabilità di molte ore giornaliere di lezione. Tuttavia, la domanda che ci poniamo oggi è: la rapidità è davvero un valore fondamentale?

Nell’ultimo decennio, infatti, il mondo digitale ha modificato la nostra quotidianità in molti aspetti, anche nell’istruzione. Non solo nelle università, ma anche nelle scuole primarie. A quale prezzo però?

Di seguito spiegheremo cosa pensano i ricercatori riguardo le opzioni di prendere appunti a mano oppure tramite un computer. Inoltre, specificheremo i tanti vantaggi che può dare la scrittura a mano.

È meglio prendere appunti a mano o al pc?

In uno studio del 2014, condotto da un professore dell’università di Princeton, sono stati messi a confronto due gruppi di studenti universitari. Ad una conferenza, il primo prendeva appunti a mano, il secondo con un dispositivo tecnologico (computer, tablet, notebook ecc.).

Il risultato è chiaro: gli studenti che usavano carta e penna hanno risposto meglio alle domande concettuali rispetto al secondo gruppo. Si è dimostrato infatti che chi prende appunti alla lettera, piuttosto che elaborando informazioni a mano con parole proprie, danneggia l’apprendimento. 

Nella pubblicazione di Karin H. James dell’università dell’Indiana, infatti, sono stati presi in esame dei bambini tra i 4 e i 5 anni. Si è scoperto che in quelli che scrivevano a mano le lettere si attivava il circuito cerebrale della lettura. 

Tramite l’uso della risonanza magnetica funzionale, quindi, si è visto che il processo cerebrale della lettura è influenzato dalla scrittura. Cosa che non avviene durante l’azione del digitare.

Vantaggi della scrittura a mano

Come possiamo intuire dagli studi, scrivere a mano richiede un impegno cognitivo maggiore rispetto al premere dei tasti. Sebbene quest’ultimo possa sembrare più rapido e risolutivo, non include l’attenzione a ciò che si appunta.

Riassumere, parafrasare, organizzare in tempo reale i concetti acquisiti permette di arrivare ad una comprensione più profonda e dettagliata. Fare questo lavoro a lezione finita è meno risolutivo. 

Hai mai scritto a mano dei bigliettini da consultare l’indomani a scuola in un compito in classe? Ti è mai capitato di non averne più bisogno, in quanto avevi già inavvertitamente appreso ciò che avevi scritto?

Bene, questo accade perché la scrittura a penna attiva molte più aree del cervello, aumentando l’apprendimento. Quando si sbaglia a scrivere, ad esempio, si attivano dei feedback che ci permettono di autocorreggerci. Cosa che non avviene digitando dei tasti, visto che la correzione grammaticale è automatica. 

Perché prendere appunti a mano ti aiuta a ricordare meglio

Purtroppo, nella scuola l’utilizzo della scrittura sta diventando sempre meno frequente. Primi anni a parte, l’uso di tastiere e mouse sta prevaricando quello di carta fin dalla scuola primaria. Soprattutto in America.

Tuttavia, chi scrive al computer distanzia le competenze motorie da quelle visive. Questo avviene perché il tuo sguardo verso lo schermo non è rivolto alla mano che preme i tasti. 

Dunque, la divergenza occhio-mano penalizza la memoria. Più convergono i sensi e più diminuiscono i tempi di recupero dei ricordi, rendendoli più nitidi.

In sintesi, non conta solo cosa scriviamo ma anche il modo in cui lo facciamo. Esso influenza l’apprendimento e modifica l’acquisizione di competenze, come l’ascolto e la memoria. Gli studi sul cervello parlano chiaro.

Per concludere, nessuno di noi ha una scrittura uguale ad un’altra, infatti per questo motivo la firma scritta è ancora in uso. La nostra grafia esprime dei tratti del nostro inconscio e della nostra personalità, per questo non andrebbe mai dimenticata. A prescindere dai vantaggi che porta.

Fonti

Mueller PA, Oppenheimer DM. The Pen Is Mightier Than the Keyboard: Advantages of Longhand Over Laptop Note Taking. Psychological Science. 2014;25(6):1159-1168. doi:10.1177/0956797614524581

Konnikova Maria, What’s Lost as Handwriting Fades, The New York Times, 2014, https://www.nytimes.com/2014/06/03/science/whats-lost-as-handwriting-fades.html

Karin H. James, Laura Engelhardt, The effects of handwriting experience on functional brain development in pre-literate children, Trends in Neuroscience and Education, Volume 1, Issue 1, 2012, Pages 32-42, ISSN 2211-9493, https://doi.org/10.1016/j.tine.2012.08.001

Berninger VW, Abbott RD, Jones J, Wolf BJ, Gould L, Anderson-Youngstrom M, Shimada S, Apel K. Early development of language by hand: composing, reading, listening, and speaking connections; three letter-writing modes; and fast mapping in spelling. Dev Neuropsychol. 2006;29(1):61-92. doi: 10.1207/s15326942dn2901_5. PMID: 16390289. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16390289/

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio