Stai Leggendo
5 domande per migliorare la propria vita nel 2021

5 domande per migliorare la propria vita nel 2021

Come migliorare la propria vita | Limitless Success Blog

Come migliorare la propria vita partendo dalle 5 domande fondamentali

Nell’immaginario comune, oggi si crede che velocità ed efficienza siano i capostipiti del successo e la base per migliorare la propria vita. Realizzarsi vuol dire semplicemente riuscire ad ottenere un premio, un record, una vittoria, un buon conto in banca. 

In realtà, tutte queste sono mete che non dipendono pienamente da noi. I criteri di vittoria di una partita, di un premio o di una gara sono solo criteri convenzionali, risiedono fuori da noi. 

Si possono raggiungere dei traguardi e restare ugualmente estranei a se stessi, illudendosi di possedere un posto nel mondo. È questo il vero problema dei nostri giorni.

Migliorare la propria vita: la rivoluzione parte da dentro

Non si può controllare tutto ciò che succede, bensì la nostra reazione, la capacità di agire nelle diverse circostanze. La vera realizzazione proviene da dentro.

Prima di agire bisogna avere un piano ben chiaro, come in tutti gli ambiti della nostra vita. 

Dunque, il primo passo importante per capire come migliorare la propria vita è fermarsi un attimo, riflettere e porsi delle domande su se stessi e la propria vita. Di seguito ne vedremo 5 che potranno mettere un po’ di luce lungo la tua strada.

Come migliorare la propria vita

1. Per cosa sono grato nella mia esistenza?

Prima di ragionare su ciò che non va, è molto utile capire in quali ambiti della tua vita ti senti fortunato e grato. Potresti accorgerti che, in fondo, molte buone qualità le hai anche tu.

Una bella casa, un partner, un bel lavoro, figli, nipoti. Tutti motivi per cui potresti sentirti fortunato e contento. Quali sono i tuoi?

Spesso ci dimentichiamo del nostro valore, poniamo il focus verso i nostri target, dimenticandoci di ciò che abbiamo realizzato finora. Talvolta, è utile anche guardare un po’ indietro.

La gratitudine è un’arma potentissima per accrescere l’autostima e darci la carica giusta per raggiungere un obiettivo. 

2. Come giudico la mia vita attualmente?

Qui bisogna fare molta attenzione. Spesso confondiamo o influenziamo il nostro giudizio con quello degli altri. Ricorda: tu sei il primo e ultimo a poter giudicare il tuo essere! Non lasciarti abbattere dalle critiche, una persona integra e positiva non critica, bensì illumina e ti stimola. Chi trasmette negatività ha dei problemi probabilmente peggiori dei tuoi. Perciò, bisogna prestare ascolto a chi ammiriamo, non a chi temiamo.

Tuttavia, anche su se stessi bisogna riflettere in maniera produttiva, non distruttiva. Perciò poniti le seguenti domande in chiave positiva: di quali ambiti della mia vita sono soddisfatto? Cosa invece dovrei migliorare? (Invece di: che cosa c’è di disastroso?)

In cosa vorresti migliorare? Lavoro, famiglia, relazioni, hobby, condizione economica, salute ecc.

Mettilo per iscritto, ti aiuterà a chiarire le idee.

3. Che cosa significa avere successo ed essere realizzato per me?

Qual è il tuo scopo? Per ognuno di noi, la concezione del realizzarsi coincide con diverse prerogative. Questo avviene perché ci sono degli ambienti e valori diversi. Spesso questi sono tramandati dalla nostra famiglia. Soldi, carriera, popolarità, sono tutte possibili scopi che provengono fuori da noi. 

I soldi necessitano di un sistema economico, se risiedi in un posto senza acqua e cibo non ti serviranno a molto.

La carriera è frutto di una convenzione sociale, per essere considerato un “capo” devono esistere persone che ti riconoscano tale. Perciò, l’avanzamento di carriera, è una conseguenza del nostro agire, non deve rappresentarne lo scopo. 

La popolarità necessita di una continua visibilità, che senza un pubblico verrebbe meno. Perciò, bisogna rispondere alle esigenze dello stesso, non alle proprie.

Dunque, questi sono solo mezzi che ci possono aiutare a raggiungere la realizzazione. Spesso si confondono con il fine ultimo. Questo è un grave errore perché, una volta raggiunto, si naviga ugualmente nell’infelicità.

Cosa conta davvero? Prova a trovare uno scopo che sia soltanto tuo, che dipenda esclusivamente da te. Uno scopo che potresti raggiungere anche senza un soldo, senza un pubblico o senza un braccio ad esempio. 

Alcuni di questi possono essere crescere, imparare, avere relazioni sane e sincere, contribuire al mondo. Come puoi notare, questi sono esempi di realizzazione che dipendono soltanto da noi, che niente e nessuno ci potrà mai togliere. Neanche la nostra condizione di salute.

Hai mai sentito parlare di Nick Vujicic? È il direttore dell’organizzazione non-profit “Life Without Limbs”, che sostiene le persone disabili. È affetto da tetramelia, una malattia che lo ha privato di tutti e 4 gli arti. Ciononostante, dopo numerose difficoltà, oggi è un motivational speaker. Inoltre, ha scritto libri ed è stato anche protagonista di un cortometraggio.

Egli può essere una fonte di ispirazione per tutti noi. Questo ci dimostra che, quando la motivazione viene da dentro, si può arrivare dappertutto. 

4. Cosa mi impedisce di realizzarmi? 

Cosa mi limita nel raggiungere un obiettivo? Cosa mi tiene ancorato al suolo? Domandarselo è già un grosso passo avanti per migliorarsi.

Guarda Anche
Legge dell'attrazione | Limitless Success Blog

L’ambiente, gli amici, idee, credenze limitanti, paure. Tutte possibili cause della nostra incapacità di agire. Sono piuttosto normali, tutti abbiamo almeno un ostacolo che ci impedisce di crescere.

Prova ad individuare tutti i fattori da eliminare, per toglierti di dosso la forza d’inerzia che ti ancora al suolo. Questa è una vera sfida con te stesso, che ti porterà verso mete inesplorate. 

Hai una paura in particolare che ti crea difficoltà nel progredire? Hai delle credenze che potrebbero influire sul tuo giudizio riguardo alcuni aspetti della tua vita? Hai attorno a te persone negative che potrebbero ostacolarti?

Pensaci su. La difficoltà principale consiste nell’individuare il problema. Una volta fatto ciò, sei già a metà del percorso di miglioramento. 

5. Cosa sto facendo per migliorare la mia vita oggi?

Com’ero un anno fa? Sono cresciuto, regredito o sempre uguale? Per quale motivo in particolare? Queste domande sono fondamentali per comprendere a che punto siamo oggi. Esse servono a capire se stai facendo lo sforzo giusto.

Forse ti accorgerai che il lavoro che stai compiendo è già notevole. Dunque, bisogna avere solo un po’ di pazienza per raccoglierne i frutti. Tuttavia, molte volte si intuisce che la direzione è quella sbagliata e bisogna cambiare rotta. Non è mai troppo tardi.

Ora guardati allo specchio e chiediti: come sarò tra 5 anni con le mie abitudini attuali? Nel lavoro, nella crescita personale, nelle prospettive economiche ecc.

Prendi ciò che c’è di buono e butta via le azioni e abitudini dannose. Fallo per te. 

Conclusioni 

Queste sono delle domande fondamentali, che ti aiuteranno a capire sia dove stai andando, sia come aggiustare la tua rotta.

Naturalmente, alla base della realizzazione e del successo ci sono numerose qualità che bisogna acquisire. Costanza, mentalità, determinazione, preparazione, sono soltanto alcune di queste. Per fortuna, tutte possono essere allenate e imparate, con il giusto impegno e dedizione.

Anche tu puoi avere successo, comincia da oggi!

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio