Stai Leggendo
Come evitare la stanchezza pomeridiana al lavoro

Come evitare la stanchezza pomeridiana al lavoro

stanchezza pomeridiana

3 tattiche infallibili per ridurre la sonnolenza e la stanchezza pomeridiana al lavoro dopo pranzo

Nell’articolo di oggi affronteremo un problema davvero molto comune ossia la stanchezza pomeridiana al lavoro. Infatti, accade spesso che dopo pranzo ci si senta stanchi e assonnati.

In aggiunta, quando l’orario lavorativo richiede un mantenimento della produttività e della performance, la situazione si complica.

Il tempo a disposizione non serve a niente se non abbiamo sufficiente energia per viverlo e sfruttarlo al meglio. Anche la produttività e l’efficienza nel proprio lavoro, come nella vita in generale, si ottengono grazie all’energia.

Oggi spiegheremo perché nel pomeriggio questa diminuisce. 

In realtà, è un problema di tutti, è fisiologico che il corpo cerchi riposo dopo il pranzo. Tuttavia, esistono degli accorgimenti da prendere per evitare la stanchezza. Infatti, alcune abitudini possono essere molto efficaci per restare sempre attivi e presenti.

Dunque, di seguito daremo 3 consigli fondamentali per ridurre la sonnolenza e la stanchezza pomeridiana a lavoro.

Stanchezza pomeridiana al lavoro: perché siamo meno produttivi dopo pranzo?

La sensazione di spossatezza che si presenta nel pomeriggio, è legata soprattutto al tuo pasto in pausa pranzo.

I nutrienti che si assumono maggiormente sono i carboidrati e gli zuccheri. Infatti, a pranzo si consuma maggiormente la pasta, e per merenda degli snack dolci.

In realtà, la pasta è composta da cereali raffinati, i quali stimolano la produzione di insulina. Proprio quest’ultima crea la sensazione di sonnolenza e difficoltà di concentrazione.

Tutto ciò si riversa in una condizione di stanchezza e mancanza di energia, soprattutto negli orari pomeridiani.

Ciononostante, ci sono degli accorgimenti e abitudini da intraprendere per risolvere questo problema. Di seguito li descriveremo più nel dettaglio.

1. Mangia gli alimenti giusti per combattere la stanchezza pomeridiana

Al contrario dei cereali raffinati, quelli integrali rilasciano energia di lunga durata. Infatti l’organismo in questo modo riesce a regolare il metabolismo del glucosio, garantendo un apporto di energia più duraturo.

Inoltre, oltre ai carboidrati molte persone sottovalutano le proteine. Esse ci garantiscono ancora più energie, stimolando la produzione di catecolammine.

Dunque, a pranzo bisogna mangiare preferibilmente più verdure, cereali integrali e proteine.

Inoltre, bisogna fare attenzione anche a non abbuffarsi troppo, perché in questo modo il processo di assimilazione diventa più complesso. Conseguentemente, se tutte le risorse vengono impiegate per la digestione, rimane poca energia alla nostra mente per concentrarsi.

Per avere il giusto apporto di energia bisogna quindi organizzare l’assunzione di cibi in modo più distribuito nell’arco della giornata.

Perciò, per essere più produttivo nel pomeriggio, mangia gli alimenti giusti, a più step e in minori quantità.

Se vuoi saperne di più, in questo articolo abbiamo parlato dei migliori cibi per avere energia tutto il giorno, soprattutto nei periodi estivi.

2. Fai movimento dopo pranzo per migliorare la concentrazione

Subito dopo mangiato, è utilissimo muoversi un po’, facendo una passeggiata oppure degli esercizi laddove possibile.

Molti studi scientifici hanno dimostrato che fare attività fisica aumenta notevolmente l’energia. Inoltre, essa stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità e soddisfazione.

Una camminata al parco, oppure anche degli esercizi all’aperto possono fare al caso tuo durante la pausa pranzo.

Per far sì che diventi un’abitudine comincia da cose molto semplici e che richiedono pochissimo sforzo.

Guarda Anche
come diventare persone organizzate e produttive

Ogni attività nuova richiede una certa energia di attivazione per essere svolta. Minore sarà la stessa e più è probabile che diventi abitudine.

Perciò, puoi cominciare camminando per 10 minuti subito dopo pranzo, riuscirai a concentrarti meglio nel pomeriggio.

Se non hai modo di raggiungere degli spazi aperti, puoi optare per esercizi leggeri a corpo libero.

3. Bevi a sufficienza per ridurre la sonnolenza

Le tossine sono delle scorie che non riusciamo a digerire correttamente. Esse tendono a rimanere appiccicate all’organismo, e se accumulate possono causare sonno, acidità, reflusso e debolezza.

Tutti le assumiamo giornalmente, ciononostante riusciamo a smaltirle proprio grazie all’idratazione.

Proprio per questo, bere almeno 2 litri d’acqua al giorno favorisce il processo digestivo, e la depurazione dell’organismo. 

Inoltre, è stato dimostrato che bere la giusta quantità di acqua rinforza anche le difese immunitarie, contrastando fatica e sonnolenza.

Stanchezza pomeridiana a mai più!

Abbiamo visto 3 metodi infallibili per combattere la sonnolenza pomeridiana al lavoro dopo la pausa pranzo. Hai anche tu qualche tattica per “sopravvivere” al pomeriggio lavorativo? Faccelo sapere nei commenti.

Se, invece, desideri saperne di su come aumentare energie e produttività non ti resta che dare un’occhiata agli articoli qui sotto!

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio