Stai Leggendo
Come diventare straordinari in 4 step

Come diventare straordinari in 4 step

Come diventare straordinari

Le 4 fasi principali per diventare straordinari secondo Il Codice della Mente Straordinaria

Noi tutti possiamo diventare straordinari. Ognuno di noi, infatti, nasce con una propria eccezionalità. Da adulti spesso ci dimentichiamo di questo, infatti spesso pian piano regrediamo verso la “media”.

Questo accade perché non prendiamo in mano la nostra vita e lasciamo che il destino faccia il suo corso. Può essere soddisfacente o meno, ma il punto è che in questo modo la felicità non dipende da noi.

La mediocrità è semplice, perché non richiede sforzo né consapevolezza. Ciononostante, il prezzo da pagare è vivere la NOSTRA vita come la società e l’ambiente ci impongono: fuori da noi stessi. Ciò che quasi nessuno sa è che il nostro destino possiamo scriverlo da soli.

Come essere straordinari nella vita

Ti sei mai chiesto se sei davvero felice? La mattina appena ti svegli sei contento di cominciare la giornata? La straordinarietà consiste proprio in questo.

Essere eccezionale vuol dire essere nel pieno flusso della vita, evolversi continuamente e dare qualcosa di noi al mondo. Ecco una bella notizia: tutto questo puoi raggiungerlo anche tu!

In questo articolo ti mostrerò i 4 passi per diventare straordinario. Vishen Lakhiani li ha sviluppati dopo anni di studi. Devi sapere che è una delle personalità più influenti nel mondo della crescita personale nonché co-fondatore e CEO di Mindvalley.

Modi per essere straordinari: soddisfare i bisogni evolutivi

Prima di vedere i modi e le fasi da intraprendere per diventare straordinari, facciamo un passo indietro. Devi sapere che, tutti gli esseri umani sono guidati da 6 bisogni principali. 4 sono basilari e 2 più avanzati.

Bisogni basilari

I bisogni basilari sono: sicurezza, varietà, unicità, amore/relazione. Ogni azione dell’uomo è incentrata sul compimento di almeno uno di questi, tolti quelli vitali (mangiare, respirare ecc.).

Come avrai notato, uno è l’opposto dell’altro. Infatti, se ci concentriamo troppo sul bisogno di sicurezza finiremo per vivere una vita noiosa e monotona. Inoltre, se diamo troppo peso alla nostra unicità finiremo per non avere nulla da condividere, quindi restare soli.

Bisogni avanzati

Quelli avanzati sono: crescita e contributo. Questi si adempiono nel momento in cui siamo in grado di soddisfare ed equilibrare i primi 4. Chi è straordinario non smette mai di crescere, imparare e contribuire perseguendo una missione.

Questi due bisogni ci consentono di arrivare all’autorealizzazione. Essa è la massima espressione della propria identità e delle proprie potenzialità. 

Di seguito, vedremo come Lakhiani, nel libro Il Codice della Mente Straordinaria, ci guida verso la migliore versione di noi stessi.

Il primo passo per vivere una vita straordinaria – Fase 1

Per costruire una casa con un nuovo progetto, bisogna innanzitutto demolire la struttura preesistente. Le nostre credenze e abitudini limitanti non sono altro che il “vecchio fabbricato” della nostra vita. Bisogna individuarlo ed eliminarlo prima di costruire ed installare quello nuovo. 

Il primo grado della consapevolezza è scoprire quali sono i nostri meccanismi mentali che ci limitano. 

Le credenze sono il nostro modello della realtà. Ognuno ha le proprie. Si auto-impostano inconsciamente di solito secondo le esperienze, la propria cultura e quella dell’ambiente circostante. Esse possono essere limitanti o potenzianti. Naturalmente dobbiamo scorgere ed eliminare le limitanti.

Le abitudini sono i nostri sistemi di vita, cioè come mettiamo in pratica le nostre credenze quotidianamente.

Per esempio: 

  • Abitudine: ogni giorno impiego mezz’ora per sistemarmi i capelli.
  • Possibile modello di realtà limitante: devo presentarmi al meglio perché è importante l’opinione degli altri su di me.

Quali potrebbero essere le tue abitudini e credenze limitanti?

Combattere le credenze limitanti – Fase 2 

Una volta scoperti i nostri modelli limitanti arriviamo alla seconda fase: come possiamo eliminarli?

Il secondo grado della consapevolezza è capire ciò che non va e come combatterlo. Innanzitutto, una volta elencate le nostre credenze, bisogna porsi le seguenti domande:

  • Il mio modello di realtà è assoluto o relativo? Mi potenzia o mi limita?
  • Quale abilità mi serve per eliminarlo?

Ecco la continuazione dell’esempio precedente:

  • Abitudine: ogni giorno impiego mezzora per sistemarmi i capelli.
  • Possibile modello di realtà limitante: devo presentarmi al meglio perché è importante l’opinione degli altri su di me.
  • Abilità per eliminarlo: aumentare la stima in me stesso, sono bravo a prescindere dai miei capelli.

In fin dei conti, una delle credenze più frequenti e dannose è proprio la paura di non essere all’altezza. Un esercizio utile per combatterla è elencare almeno 3 cose della tua vita di cui sei grato e che ami di te. Ti accorgerai che, in fondo, anche tu hai un valore tutto da esprimere.

Diventare straordinari con nuove credenze potenzianti – Fase 3

Chi è straordinario sa bene come equilibrare al meglio tutti gli ambiti della sua realtà. Quante persone si soffermano solo su alcuni e ne tralasciano altri? Quanti raggiungono il massimo nella propria carriera trascurando ad esempio la famiglia?

Perciò, la terza fase della consapevolezza è installare nuove credenze e abitudini potenzianti nelle aree carenti. Come farlo? Tramite due potentissimi mezzi: la Felicità nel presente e la Visione per il futuro.

Guarda Anche
Come essere felici

La visione per il futuro comprende i nostri obiettivi. Lakhiani li definisce come “autoalimentati”. Ciò vuol dire che non devono essere cose che non dipendono da noi. Ottenere soldi o desiderare una determinata persona accanto, per esempio, sono dei mezzi, non obiettivi. 

La Felicità nel presente consiste nel godersi il viaggio tanto quanto la meta. Se durante il percorso verso un tuo target sei infelice, vuol dire che non è quello giusto. La felicità è la causa del successo, non la conseguenza

Un esempio di obiettivo può essere instaurare relazioni profonde, oppure migliorare in una determinata abilità. Dunque, quali sono i tuoi obiettivi?

Diventare straordinari ed entrare nel flusso della felicità – Fase 4

Eccoci arrivati all’ultima fase della consapevolezza: automatizzare le abilità acquisite, entrare nel flusso della vita

Ti è mai capitato di riuscire perfettamente in qualcosa e nel frattempo non rendertene conto? Centrare più volte una carta nel cestino, un dribbling a calcio, scrivere una poesia, suonare una melodia ecc. Ecco, in quel preciso momento sei nel “flusso”, cioè fai le cose in automatico e in modo perfetto o quasi. Dopo ti chiedi: ma come ho fatto?

Come si raggiunge questo stato mentale costantemente e non solo per pochi istanti? In due modi: essere Saldo e dedicandosi alla propria Vocazione.

Essere saldo vuol dire avere il controllo dell’obiettivo finale, disconnettersi dal parere altrui ed essere presente a se stessi, sempre.

Dedicarsi alla propria vocazione è semplice, perché quando ce l’hai è essa stessa la tua motivazione. Difficile è riconoscerla. Se nella tua mente immagini il paradiso in Terra, che ti riempie il cuore, come sarebbe? Che cosa riguarderebbe di preciso? Ebbene, ciò che ti è venuto in mente probabilmente sarà la tua vocazione.

Come avere una vita straordinaria

Come hai potuto vedere, per essere straordinario e vivere una vita straordinaria non servono abilità innate oppure sovrannaturali. Tutti possiamo esserlo. Basta risvegliare le nostre qualità offuscate dalla quotidianità e dall’ambiente esterno. Oggi è difficile scoprire i nostri lati nascosti, perché non abbiamo né il tempo né il modo di farlo. Tutto è riconducibile alla massa. La mediocrità ci attrae con una forza imponente. Se non opponiamo resistenza a questa forza finiremo per svegliarci un giorno e chiederci: perché non ci ho provato? Hai un sacco di potenziale inespresso da utilizzare. Fino a dove potresti arrivare? Solo tu puoi scoprirlo.

Qual è la tua reazione?
Excited
1
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio