Stai Leggendo
Colloquio di lavoro vincente: le 8 domande da fare

Colloquio di lavoro vincente: le 8 domande da fare

colloquio di lavoro domande

Domande da fare durante un colloquio di lavoro al recruiter

Devi affrontare un colloquio di lavoro e desideri fare una buona impressione al tuo futuro datore? Questo articolo ti spiegherà come affrontarlo in modo decisivo ed uscirne vincente grazie a 8 semplici domande da porre.

Come affrontare un colloquio di lavoro e cosa dire al recruiter

Ognuno di noi, almeno una volta nella propria vita professionale, ha dovuto sostenere un colloquio di lavoro. 

Tantissimi canditati si sentono sotto pressione, assistono passivamente, o scappano appena possibile per rientrare nella propria zona di comfort

“Hai qualche domanda da porre?” È una domanda che ci potrebbe dare la possibilità di emergere fra tanti, e dimostrare chi siamo veramente. Perciò, perché non sfruttarla al massimo per dimostrare il nostro interesse e le nostre potenzialità?

Ogni colloquio è uno scambio di informazioni, perlopiù tra persone sconosciute. Di conseguenza, è molto importante la prima impressione. Hai poco tempo per dimostrare le tue capacità, e anche per capire se l’azienda fa al caso tuo.

Infatti, probabilmente il colloquio sarà l’unica discriminante che porterà il recruiter a sceglierti tra tanti candidati, assieme al tuo curriculum vitae.

8 domande da fare per un colloquio di lavoro efficace

1. Come posso essere utile all’azienda?

Sapere precisamente che cosa ci si aspetta da te è fondamentale per sapere su cosa fare leva. Per esempio, l’azienda ha bisogno di qualcuno che sia bravo nella comunicazione? Metti in risalto le tue doti dialettiche. Oppure, si cerca qualcuno che sappia lavorare in team? Fai leva sulle abilità relazionali e di team-building.

Per dimostrare la propria utilità, bisogna innanzitutto indagare sulle competenze specifiche che si cercano. Infatti, in questo modo saprai che informazioni fornire all’interlocutore per convincerlo che sei tu la scelta giusta.

2. Che tipo di lavoro andrei a svolgere?

Tra le cose più importanti da chiedere, c’è anche la descrizione nel dettaglio delle mansioni che dovresti svolgere.

Le responsabilità, i compiti quotidiani, le eventuali sfide da affrontare sono tutte informazioni fondamentali per dimostrare di essere interessato.

Inoltre, anche tu avrai un’idea più chiara sul tipo di lavoro, cioè se rispecchia le tue aspettative o esigenze professionali.

3. Avrò possibilità di avanzare professionalmente?

Naturalmente, il senso della domanda non è se in futuro sarà possibile avere un aumento di stipendio. Chiedere come si stabiliscono le gerarchie all’interno dell’azienda, dimostra che si è interessati a lavorare nel lungo periodo.

La maggior parte delle società cerca collaboratori in grado di portare avanti l’attività per molto tempo.

Perciò, dimostrare volontà e impegno nel perseguire degli obiettivi professionali, anche futuri, è un ottimo modo per fare buona impressione.

4. Avrò la possibilità di essere formato?

Anche il desiderio di rinnovarsi in continuazione, e di apprendere nuove informazioni è sempre ben accetto in un’azienda che si rispetti. Dimostrare la propria determinazione nel formarsi ed essere sempre sul pezzo non è da tutti. Infatti, questa domanda dimostrerà questo tuo punto di forza, fondamentale anche per la tua carriera.

Inoltre, puoi capire quanto sono coinvolti i dipendenti nella creazione di obiettivi propri, oppure se devono semplicemente eseguire degli ordini.

5. Può dirmi di più sulla cultura aziendale?

Chiedere più informazioni sulla realtà aziendale è un’ottima domanda per capire il clima lavorativo in cui ti troverai. Per esempio, potresti chiedere più informazioni sul tuo eventuale responsabile, oppure se è un lavoro collaborativo o indipendente.

Informati sul rapporto tra i colleghi, oppure tra i componenti del team di lavoro di cui andresti a far parte. Queste informazioni serviranno perlopiù a te, per non trovarti poi disorientato agli inizi.

6. Quali sono i parametri con cui verrà giudicato il mio lavoro?

Tra le domande da fare ad un colloquio di lavoro, questa serve per prepararti al meglio, e per sapere su quali competenze concentrarti maggiormente.

È importante sapere in anticipo queste peculiarità, perché potresti già partire con una marcia in più.

Quali sono gli obiettivi che devo raggiungere? In che modo verrà valutato il mio lavoro? Quale sarebbe il primo progetto di cui dovrei occuparmi? 

Queste sono tutte domande che serviranno anche al recruiter per inquadrarti come un lavoratore preciso, efficiente e indefesso. 

7. Perché lei ha scelto questa azienda?

Una volta aver intrapreso il colloquio, se ritieni opportuno, potresti anche fare domande un po’ personali al recruiter. Magari dopo aver ottenuto un certo grado di confidenza.

Naturalmente, stiamo parlando dei casi in cui l’interlocutore non faccia parte di agenzie esterne di reclutamento, bensì dell’azienda stessa.

È utile conoscere l’opinione di chi vive la realtà aziendale dall’interno, magari anche da molto tempo. Un giorno potresti trovarti tu al suo posto.

Dunque, chiedere pregi e difetti del lavoro ti darà la possibilità di poter scoprire la realtà in cui ti inserirai.

Indaga sul suo Work-life balance, cioè come riesce ad equilibrare al meglio lavoro e vita privata. Con le giuste domande potresti davvero ottenere dei consigli preziosi.

8. Quando mi darete un riscontro del colloquio?

Spesso i candidati scappano via a testa bassa appena il colloquio finisce, per uscire da un ambiente percepito come avverso. In realtà, anche la comunicazione non verbale incide tantissimo nella tua valutazione.

Perciò, è fondamentale restare presenti fino all’ultimo, chiedendo informazioni anche sul riscontro, o sulle prossime fasi del colloquio.

Spesso si esce dall’edificio senza sapere quando e come ti verrà data la risposta, magari aspettando dei mesi. 

Anche capire fin da subito che non sei idoneo è molto utile. Ciò ti permetterà di porre lo sguardo altrove e non perdere tempo ad aspettare una risposta che forse non arriverà mai.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come affrontare un colloquio di lavoro con successo ed uscire vincenti grazie ad 8 semplici domande da porre al recruiter o, in caso, al tuo futuro datore di lavoro. Se desideri dare una svolta alla tua vita professionale e progettare la carriera dei tuoi sogni, in base alla tua personalità, i Career Coach di Limitless Success possono aiutarti a raggiungere l’obiettivo. Scopri di più a questo link.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio