Stai Leggendo
Cibi che aiutano memoria e concentrazione

Cibi che aiutano memoria e concentrazione

cibi per memoria e concentrazione

10 cibi che aiutano la memoria e favoriscono l’apprendimento

Quali cibi fanno bene alla memoria? Nella nostra vita il cervello ricopre un ruolo fondamentale. È lo strumento con il quale pilotiamo il nostro corpo. Svolge le funzioni vitali, ci fa ragionare, risolvere i problemi, emozionare e tanto altro. Tra quelle più importanti, abbiamo proprio della memoria e del ricordo.

Purtroppo, con il passare del tempo, anche questo si usura, e tende a perdere sempre più funzionalità. Anche la memoria tende via via a diminuire, rendendoci sempre più difficoltoso tenere a mente anche le cose più banali.

Più sarà allenato il nostro cervello, più sarà lento il suo declino. Perciò, è molto importante prendercene cura fin da giovani

A questo proposito, l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale, perché ci permette di agire anche a livello microcellulare. Infatti, ci sono alcuni cibi che rallentano l’invecchiamento, favorendo la memoria e l’apprendimento.

In questo articolo elencheremo i 10 cibi top cha fanno bene alla memoria e che ti permettono di prenderti cura del tuo sistema nervoso.

Migliori cibi per potenziare la memoria

1. Cereali per combattere sonnolenza e deconcentrazione

Naturalmente, parliamo di cereali integrali, come farro, avena, miglio, orzo, kamut, segale e tutti i loro derivati, come le farine.

Essi hanno delle proprietà particolari, che combattono la sonnolenza e la deconcentrazione, grazie al lento rilascio di glucosio nel sangue. Infatti, rispetto agli altri cibi, i cereali forniscono energia di lunga durata, riducendo la sensazione di stanchezza.

Inoltre, combattono anche le malattie metaboliche, come il diabete. 

È importante, però, inserire questi alimenti nel nostro piano alimentare quotidiano, perché i benefici ci saranno solo nel lungo periodo.

2. Pesce per potenziare la memoria e migliorare l’attenzione

Quante volte avrai sentito che il pesce “fa bene alla memoria”? In realtà, a dimostrarlo sono proprio diversi studi scientifici.

In particolare, stiamo parlando del pesce grasso, con poco mercurio, come salmone, alici, sardine, sgombro e la sarda.

Il pesce grasso contiene acidi grassi Omega 3, fondamentali per le cellule del tessuto nervoso. Conseguentemente, rallenta l’affievolimento della memoria dovuta all’età, e migliora l’attenzione e l’umore.

Inoltre, contiene anche le vitamine del gruppo B, utili per il sistema nervoso e per il metabolismo energetico.

3. Crucifere come cibi alleati della memoria grazie a vitamina B e K

Della famiglia delle crucifere fanno parte broccoli, cavolfiori, verze, rape, ravanelli, cavolini di Bruxelles ecc.

Questi cibi alleati per la memoria contengono vitamina B e K. Oltre al sistema nervoso, sono utili, quindi, anche al tessuto osseo e alla coagulazione del sangue.

Inoltre, contengono glucosinolati. Quando digeriti, si trasformano in composti che contrastano i danni da radicali liberi.

Dunque, anch’essi contrastano l’invecchiamento.

4. Noci per favorire il rinnovo cellulare

Anche le noci sono efficaci per contrastare l’usura delle cellule cerebrali.

Esse contengono molti nutrienti, tra cui gli Omega 3 e la vitamina E, che favorisce il rinnovo cellulare.

Secondo alcuni studi, grazie a queste proprietà combattono i disturbi cognitivi, e allenano la lucidità mentale. Essi agiscono sul tessuto nervoso proprio a livello microscopico, sulle cellule cerebrali, contrastando i radicali liberi.

Tuttavia, questo alimento è molto calorico, dunque bisogna stare attenti alla quantità che se ne assume volta per volta.

5. Cacao per aiutare memoria e apprendimento

Attenzione, non stiamo parlando di quello al latte, oppure dei suoi derivati, come la crema al cioccolato. Parliamo in assoluto del cioccolato amaro, fondente almeno al 90 percento.

Anch’esso contiene nutrienti che aiutano sia la memoria che l’apprendimento: triptofano e magnesio.

Grazie ad essi, il cacao amaro consente di rallentare l’invecchiamento cerebrale, e allo stesso tempo allena il buon umore.

Infatti, viene utilizzato anche per combattere la depressione e i disturbi dell’umore.

In aggiunta, esso migliora la qualità del sonno, elemento fondamentale per prenderci cura del nostro benessere.

6. Uova per avere più energia tutto il giorno

Contrariamente all’immaginario comune, non ci sono studi scientifici che associano il consumo moderato di uova con le malattie cardiovascolari.

Perciò, questo alimento è molto consigliato a tutti, anche a chi ha questo genere di malattie, naturalmente in quantità controllate.

Le uova contengono acidi grassi, vitamina A, B6 e B12. Inoltre, sono presenti anche calcio, ferro, potassio e la colina, cioè un nutriente essenziale che aiuta memoria e concentrazione.

Perciò, grazie anche all’alto contenente proteico, garantiscono un apporto energetico di lunga durata.

7. Tè verde per favorire le funzioni cognitive

Il tè verde non serve solo a tenerci svegli e pronti ad affrontare la giornata.

Secondo alcuni studi recenti, esso contiene anche proprietà che favoriscono le funzioni cognitive. Infatti, il tè contiene anche una moderata proporzione di caffeina.

Tuttavia, a differenza del caffè, esso non ne contiene una quantità tale da creare tachicardia, ma abbastanza da fornirne i benefici.

Inoltre, nel tè verde è presente la teanina, cioè un amminoacido essenziale utile per contrastare il declino mentale e della memoria.

Guarda Anche
cibi che danno energia in estate

8. Avocado per stimolare l’efficienza cognitiva

Questo frutto è uno dei pochi che potrebbe sostituire un intero pasto quotidiano. Tuttavia, non bisogna esagerare con lo stesso, a causa del non indifferente apporto calorico.

L’avocado contiene grassi monoinsaturi, utili per stimolare l’efficienza cognitiva. Inoltre, anche qui è presente la vitamina K e la B9, fondamentale per le cellule del sangue.

9. Olio extravergine d’oliva per contrastare l’invecchiamento del cervello

Ma non bisogna ridurre al minimo la quantità di olio in una dieta equilibrata?

Non è proprio così, infatti l’olio contiene anche polifenoli, utili a contrastare l’invecchiamento del cervello, apprendimento e memoria.

In aggiunta, le sue proprietà contrastano anche malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer.

Naturalmente, va inserito nelle giuste proporzioni nel nostro piano, e preferibilmente andrebbe consumato a crudo.

10. Mirtilli per la memoria a breve termine

I Mirtilli sono fondamentali per contrastare i processi infiammatori e lo stress ossidativo dei tessuti.

Anch’esso favorisce le connessioni sinaptiche tra le cellule cerebrali, e favorisce l’apprendimento. Inoltre, aiuta anche la memoria a breve termine.

Oltre a questo, grazie alla presenza di fibre antiossidanti e vitamine C e K, combattono l’invecchiamento.

Come ulteriore beneficio, i mirtilli sono molto consigliati per prevenire malattie cardiocircolatorie.

Dunque, viste le numerose proprietà benefiche per il tessuto nervoso e non solo, il loro consumo è consigliato perlopiù a colazione. Infatti, favoriscono lo svolgimento di compiti intellettivi immediati e difficoltosi.

Migliori cibi per la memoria e consigli

Per concludere, abbiamo visto 10 cibi che aiutano la memoria, l’apprendimento e non solo.

Tuttavia, per favorire efficacemente le funzioni cognitive nel lungo periodo, non è importante esclusivamente l’alimentazione.

Infatti, essa deve essere associata ad un sonno regolare, giusta idratazione e attività fisica adeguata. In aggiunta, bisogna evitare il consumo di alcool, che favorisce dei risultati esattamente opposti ai cibi sopra elencati.

Infine, bisogna prendersi cura anche del proprio stato mentale, e ridurre al minimo lo stress. Perciò, sono consigliate attività come lo yoga o la meditazione.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio