Stai Leggendo
Cattive abitudini a mai più: i 4 passi per eliminarle

Cattive abitudini a mai più: i 4 passi per eliminarle

Cambiare cattive abitudini | Limitless Success Blog

Come cambiare le cattive abitudini in 4 mosse

Ciò che siamo si identifica con le nostre azioni quotidiane, che siano buone o cattive abitudini. Pensaci un attimo, quali sono le tue? Dove ti stanno portando?

Se sei un fumatore, probabilmente almeno una volta nella vita avrai pensato di smettere e avrai cercato come smettere di fumare da soli. Ma cosa è successo dopo 4 o 5 giorni?

Se hai uno stile di vita sedentario, è possibile che tu abbia desiderato iscriverti in palestra o in questo periodo allenarti comodamente da casa. A prevalere sulla motivazione potrebbe però essere stata la pigrizia.

Da domani inizio la dieta. Chi non ha mai detto questo frase? Sappiamo poi tutti come è andata a finire.

Questi sono solo esempi di cattive abitudini. Sebbene diverse, tutti noi le abbiamo. La bella notizia però è che è possibile porvi rimedio.

In questo articolo vedrai come perdere le cattive abitudini in 4 passi.

(Cattive) abitudini: cosa sono davvero

Gli studi dimostrano che quasi la metà delle nostre azioni quotidiane è frutto di un’abitudine. Spesso riusciamo a guidare sovrappensiero ad esempio, oppure svolgere un compito senza nemmeno pensarci.

Tutte queste sono delle “scorciatoie cognitive”, cioè azioni che il cervello ha già memorizzato. Perciò, non richiede ulteriore energia per eseguirle.

Tuttavia, esso non distingue quelle buone da quelle dannose, per la salute e per la tua crescita personale. Il cervello non si accorge se stai fumando una sigaretta, o svolgendo attività fisica. Non percepisce nemmeno se stai mangiando cibo sano oppure dei “junk food”.

Dunque, per gran parte della nostra vita agiamo con il pilota automatico. Ciononostante, la direzione la stai decidendo tu, ogni singolo giorno.

Perciò, le nostre abitudini possono costituire un’arma fondamentale per l’autorealizzazione, ma anche il nostro nemico più temibile per il successo.

Dunque, come sostituire quelle dannose con quelle produttive? Andiamo a scoprirlo!

Come eliminare le cattive abitudini e crearne di buone

1. Assumere la consapevolezza

Guarda i tuoi pensieri o comportamenti automatici: quali di questi ti stanno portando al successo? Quali invece ti stanno allontanando dalla realizzazione? Limitati a scorgerli senza giudicarti, in completa serenità.

Quali emozioni provi più frequentemente? Ansia? Rabbia? Paura? Come agisci solitamente di conseguenza?

Dunque, il primo passo per cambiare le abitudini negative è alzare il livello di autoconsapevolezza (mindfulness).

In fondo, la nostra vita non è altro che la somma di ogni singolo momento che viviamo. La vera differenza consiste nell’essere consapevoli di ogni istante, e non lasciare che tutto scorra facendo finta di niente.

Perciò, dedica pochi minuti ogni giorno per stare da solo in tranquillità, e porti queste domande. I vantaggi che otterrai, guardando te stesso da un’altra prospettiva, saranno sorprendenti. Il momento migliore per farlo è la mattina presto, appena sveglio. 

Naturalmente, tutto questo non basta per cambiare le abitudini, ma è un passo importante e necessario per iniziare.

2. Trova i fattori scatenanti delle cattive abitudini

Trovate le abitudini, positive e non, ora ci soffermeremo sulle negative. Pensa alla causa scatenante di un’azione automatica che vorresti eliminare.

In quali istanti fumi la sigaretta? Dopo pranzo? Dopo cena? Quando sei preoccupato? 

In che momento mangi fuori dai pasti senza sentire la fame? Mentre provi ansia? Oppure noia?

È da qui che bisogna partire per lavorare concretamente sulle abitudini. Il passaggio chiave consiste nell’intervenire prima sui fattori scatenanti, invece che sull’azione in sé.

Noi ricadiamo più spesso nei nostri modelli abitudinari quando siamo stressati, stanchi o sotto pressione. Dunque, basta anche un solo stimolo di stress per indurre il cervello a rifugiarsi nelle azioni più semplici.

Perciò, visto che è impossibile controllare gli eventi che ci creano disagio, possiamo invece adattare la nostra reazione agli stessi.

Per esempio, la prossima volta che provi rabbia verso qualcuno, prova a respirare profondamente con l’addome per 20 secondi. 

Dunque, di fronte ad un fattore scatenante, sostituire un’abitudine negativa con un’azione positiva è molto efficace.

3. Circondati di input che ti stimolano alle buone abitudini

Se senti dire 100 volte al giorno che le cose vanno male, quale opinione sarai portato a formulare sul mondo?

Se ascolti soltanto programmi superficiali in TV, come pensi che diventerai in futuro?

Volenti o nolenti, siamo destinati a mescolarci con l’ambiente che frequentiamo. Cultura, persone, oggetti, cibo, stile di vita. 

Dunque, un’azione che possiamo fare è adattare l’ambiente a come vorremmo essere, non viceversa.

Per esempio, se il tuo problema principale è la debolezza per i dolci, non comprarli. Non averli a portata di mano ti aiuterà a ridurre il desiderio di mangiarli.

Vuoi allenarti con continuità? Trova un amico che già lo fa abitudinariamente, e unisciti a lui.

Inoltre, circondati di persone che stimi e apprezzi, frequenta chi ha già raggiunto il tuo obiettivo. Viceversa, allontanati da chi ha le tue stesse cattive abitudini, e soprattutto dalle persone negative.

Social media, youtube, canzoni, libri, compagnie: proprio qui dobbiamo intervenire per adattare il nostro ambiente a come vorremmo essere. 

4. Cambia il paio di occhiali con cui vedi il mondo

Se vedi l’alimentazione sana solo come una tortura che serve per evitare malattie cardiocircolatorie, difficilmente diventerà una vera abitudine. Dunque, dove è diretta la tua mente? 

Su quello che hai o su ciò che ti manca? Dove sei bravo, o dove gli altri lo sono più di te? Sui problemi o sulle soluzioni? Sull’azione o sulla reazione?

Il focus dove concentriamo la nostra attenzione, è fondamentale per riuscire a cambiare un’abitudine.

Esso rappresenta il paio di occhiali con cui vediamo il mondo, e ognuno ne ha uno diverso.

Perciò, per raggiungere dei risultati bisogna predisporre anche il punto di vista verso il proprio target. Quindi, se il tuo paio di occhiali non ti aiuta ad ottenere ciò che vuoi, cambialo.

Gratitudine, gentilezza, empatia: sono tutte qualità che permettono di vedere le cose da un’altra prospettiva, più fresca e positiva. 

Esse si possono allenare e coltivare lentamente, e farle entrare gradualmente nel nostro modo di essere.

Cambiare le cattive abitudini si può

Abbiamo appena visto le 4 azioni necessarie per cambiare le cattive abitudini. Come avrai notato, non consistono in nulla di artificioso e complicato.

Riassumendo, non possiamo controllare ogni situazione, bensì possiamo rimboccarci le maniche e agire per il nostro meglio.

Il cambiamento può avvenire in 2 modalità: lentamente o mai.

Dunque, tu quale scegli?

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vedi commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright © 2020 Alpha4All Limited

Torna all'inizio